Unità Neonatale

Nascere in sicurezza, garantire cure d'emergenza: un progetto per la salute dei bambini e delle madri.

Il numero di cesarei d'emergenza al St. Luke Hospital è molto elevato: nel 2020, su 2.831 parti, 1.244 non sono stati naturali. Ciò è legato all'alta percentuale di puerpere in età adolescenziale, alle poche informazioni sulle gravidanze, alla scarsità di mezzi di trasporto, alla distanza dello stesso ospedale divenuto punto di riferimento nella cura materno-infantile per le famiglie e gli Health Center dislocati nel Distretto.

Anche la mortalità neonatale mostra dati significativi: nel Distretto di Nebbi è di 11 ogni 1.000 parti, contro i 4,9 su 1.000 parti a livello nazionale.

Assistenza neonatale a 360°

L'ospedale manca di spazio e attrezzature per la cura di neonati che, superato il parto in emergenza, dovranno affrontare i primi mesi di vita con terapie critiche e costantemente monitorati.

Come intervenire?

1

Ristrutturazione

Ampliare e sistemare la struttura precedentemente destinata a "Mother Hostel". Verranno create 3 stanze, una delle quali ospiterà l'Unità di Terapia intensiva Neonatale

25.000€

2

Equipaggiamento

Attrezzare la struttura con strumentazione specifica della neonatologia: incubatrici, macchine per fototerapia, maschere ossigeno per neonati, stetoscopi, lettini, laringoscopio, etc
29.000€

3

Formazione 

Attività di sensibilizzazione e rafforzamento negli Health Center della zona. Corso di aggiornamento per lo staff dell'Unità
5.000€

Mobirise
I lavori sono cominciati!

Desiderate ricevere una o più copie? Scrivete a servizio@lastelladelmattino.org
Il ricavato sarà donato al St. Luke Hospital per la realizzazione del reparto

Fumetto solidale!

Mobirise

Made with Mobirise - Go here